19 dicembre 2012

I love them...Cinnamon rolls

Ecco se mi dovessero chiedere:
quale dolce internazionale preferisci?
No esiterei neanche un istante a rispondere:
CINNAMON ROLLS!
Ho provato una ricetta in un libro acquistato a NY ma,
ho convertito le dosi (per questo vi sembreranno strane).
Adoro il profumo che sprigiona il mio forno quando le cuoce!!!

CINNAMON ROLLS



Ingredienti (per l'impasto)
600 gr di farina Manitoba 
200 gr di farina oo
240 ml di latte tiepido
120 ml acqua
1 bustina di lievito di birra disidratato (lo preferisco al panettino di 20gr)
4 uova
70 gr. di zucchero
114 gr. di burro
3,5 gr sale

Ingredienti (per la farcitura)
300 gr di zucchero di canna
60 gr di burro fuso
1cucchiaio di cannella

Ingredienti (per la glassa)
400 gr zucchero a velo
2 cucchiai di burro
latte qb

Procedimento:
Sciogliere il burro nel latte (non deve bollire!), alla fine aggiungere il sale. In una ciotola a parte sciogliere il lievito con l'acqua ed aggiungere piano piano 100 gr di farina manitoba(dai 600 gr) coprire con la pellicola e lasciare lievitare per un ora. In modo tale che il lievitino si "attivi".
In un'altra ciotola sbattere le uova con lo zucchero. Unire sia il burro sciolto che le uova sbattute, motando leggermente con la frusta. 
Aggiungere al liquido creato una tazza di farina manitoba setacciata ed incominciare ad impastare.
Aggiungere il lievitino precedentemente preparato e continuare ad impastare.
Aggiungete poco alla volta tutto il resto della farina.
Impastare fino a fare diventare un impasto omogeneo e liscio. Sbatterlo due tre volte per dargli elasticità.
Mettere l'impasto leggermente infarinato in una ciotola grande, coprirlo con pellicola e lasciarlo lievitare dentro il forno spento per 1 ora e mezzo.

Per chi volesse preparale in un atro momento si mantiene bene in frigo per sei ore. Parte alta del frigo se possibile (meno fredda). Se lo tenete in frigo ricordate che, prima di lavorare di nuovo l'impasto deve riposare a temperatura ambiente almeno 30 minuti (d'estate) 1 ora (d'inverno)

Fare tre, quattro pieghe all'impasto per sgonfiarlo un pò. 
Dividere a metà l'impasto e stenderli in modo rettangolare. Come altezza della pasta va bene 1/2 cm (come un chicco di riso).
A parte preparare una tazza con la farcitura, burro sciolto (non caldo) zucchero di canna e cannella (io di cannella ne metto sempre un pò di più!!!! ).
Spargere e pennellare questa farcitura nel rettangolo d'impasto.
Arrotolare e tagliare in fette larghe circa 2,5 cm (la ricetta americana riportava questa larghezza ma, va benissimo anche 3 cm, perfezionisti questi americansssss!!!!).
Riporre queste girelle, non molto vicine fra di loro,  dal lato tagliato in carta da forno. Coprirle con un cencio di cotone e lasciare lievitare per altri 60 minuti.

Pre-riscaldare il forno a 180°, meglio se statico ed infornare per 20 min.

Preparare il "Frosting" (glassa) per la decorazione. Sciolgiere lo zucchero a velo aggingendo i due cucchiai di burro sciolti. Se la glassa è dura aggiungere il latte (un cucchiaio). Deve venire una glassa densa.
Mettere i Cinnamon rolls in un piatto e con il cucchiaino decorare con la glassa.

Ecco il risultato....



OhYeah!

18 dicembre 2012

Profumo di feste...Gnocchi con crema di radicchio e noci!


Sentila, soffia, sentila, sbuffa; 
dolce ti graffia, un'aria buffa. 
Senti che voce, senti che fiato, 
vento veloce, vento fatato. 
Senti carezza, senti spintone, 
aria di brezza, vento burlone. 
                                             (R.Piumini)

Brrrrr EM con la sciarpa al freddo 
Qualcuno ha lasciato la porta apertaaaaaaEM a freddo e sciarpa
Nell'aria profumo di festa e tante cose buone da sgranocchiare.
Un buon primo per scaldare il proprio pancino!!!

Gnocchi con crema di radicchio e noci

Gli gnocchi li ho fatti con le mie manine, freschi freschi.
Ma, se non volete perdere tempo a farli...
..li potete comprare già fatti!!!
Una volta tagliati non li ho arricciati con la forchetta 
ma, li ho lasciati a cubetti.
Dose per 4 persone

Ingredienti: (per gli gnocchi)
1 kg di patate 
200 gr farina 00
150 gr farina di semola (grano duro)
Sale

Procedimento:
Sbucciare le patate e, se sono patate troppo grandi tagliarle in 4 parti. Metterle in una pentola con abbondante acqua  fredda e salata. Farle bollire per almeno 40 minuti. Devono diventare morbide!
Un consiglio: per vedere la cottura e morbidezza della patata, a 35 minuti dal bollore prendere una forchetta ed "inforchettare" la patata. Se Risulterà dura non è cotta, se invece la forchetta entra facilmente è pronta!
Scolarle e, quando sono ancora calde (attenti a non bruciarvi!) schiacciarle con lo schiacciapatate.
Lasciare raffreddare l'impasto di patate. Una volta freddo aggiungere la farina poco alla volta.
Io consiglio sempre di aggiungere poco alla volta la farina perchè l'impasto non deve risultare durissimo ma, compatto.
Deve avere la sua consistenza ma, neanche deve essere DUUUROOO. Altrimenti rischiamo di avere dei tozzetti immangiabili e, non degli gnocchi morbidi.
Fare dei rotoli lunghi (diametro un dito indice). Poi tagliate a forma di gnocchi. Io, come dicevo precedentemente, li preferisco lasciarli a cubetti. 
La tradizione vuole che bisogna dare l'arricciatura schiacciando "lo gnocco" nei denti della forchetta.
Lasciarli a riposare mentre preparate il condimento. Coprire con una pezza di cotone altrimenti si seccano!


Ingredienti: (per il condimento)
500 gr radicchio rosso
100 ml di latte
1 bustina di besciamella già pronta
Aglio e Olio EVO
3 cucchiai Parmigiano o Grana Grattugiato
Sale e Pepe (quanto basta)

Procedimento:
Tagliare a julienne il radicchio precedentemente pulito ed asciugato. In una padella fate soffriggere 2 spicchi d'aglio (io preferisco lasciarlo "vestito" e schiacciarlo, è meno forte il gusto). 
Aggiungere il radicchio tagliato e farlo saltare. Coprire con un coperchio e lasciarlo appassire a fuoco medio.
Una volta appassito aumentare il fuoco e far evaporare l'acqua in eccesso. Aggiungere il latte e la besciamella. Lasciare insaporire per 10 minuti. Se si asciuga troppo aggiungere un pò di latte. 
Frullare mezzo bicchiere di condimento e rimetterlo nella padella. Aggiungere le noci sbucciate. Lasciare al caldo con un coperchio.
Far bollire l'acqua salata nella pentola per gli gnocchi. A bollore "buttare" gli gnocchi e lasciarli cucinare. Per vedere quando gli gnocchi sono cotti devono galleggiare.
Scolarli e metterli nella padella. Spolverare di formaggio grattugiato e fare saltare gli gnocchi per 1 minuto.
Servire la pietanza calda!!!
Ciaooooooa tuuuutti!!!!





09 ottobre 2012

Aria di autunno...



 Una mattina trasportata dal vento

è arrivata a scuola

FOGLIA AUTUNNINA.

E' molto carina e

tutta giallina,

volando di qua e di là

nostra amica diventerà

e dell'Autunno a tutti

racconterà

storielle e curiosità.
 (I bambini della Scuola dell'Infanzia di Vergano)




Crostini fritti conditi



Ingredienti:

per i Crostini
5 fette di pan carrè
2 uova
2 cucchiai di latte freddo
Olio per friggere

per il Patè di cipolla
3 Cipolle (io uso quelle viola di Tropea)
Olio EVO q.b.
3 cucchiai di Aceto balsamico
2 cucchiai di Zucchero
1 cucchiaino di Sale

per la decorazione
1 confezione di robiola
pomodorini (ho usato quelli datterini)
erbe aromatiche (io ho usato la maggiorana)

Preparazione:

Prendere le cipolle pulirle e tagliarle a fettine. 
Metterle in un pentolino con 1/2 bicchiere d'acqua, zucchero e sale 
e cuocerle per farle ammorbidire. 
Una volta che sono morbidissime spegnere il fuoco
e metterle nel mixer per frullarle. Aggiungere mentre si frulla l'aceto balsamico.
Lasciare freddare e mettere in frigo per farlo addensare un pò di più.

Battere le uova con il latte. Tagliare i bordi del pan carrè e dividerlo in 4.
Immergere le fettine nelle uova e friggere in una padella con dell'olio caldo.
farle dorare ed asciugare su carta assorbente.

Montare la robiola con un cucchiaio di latte.
Spalmare i crostini del patè. Aggiungere un cucchiaino di robiola per la decorazione
(vedi foto) ed adagiare un pomodorino e l'erba aromatica.

Servire freddo



Ciao a tutti e buona continuazione di giornata...


05 ottobre 2012


Ahhhhh oggi è venerdì!!!
Il tempo non promette bene ma, 
chi se ne frega!!!
Il week-end tutto per me (noi).
Sperando che, la mia vicina di casa (obbiettivamente non sta accanto a me ma, al piano di sotto)
mi farà la grazia di abbassare la suoneria del telefono di casa
che, puntualmente alle 07.15 - 07.40 - 07.50
squilla. Il problema non è la telefonata in se ma, la suoneria da urlo che
ci fa saltare in aria ogni volta che squilla!!!
Speriamo bene!!!!!!!
Ma, andiamo ad una ricettina da "finger food" sfiziosa.

Barchette al pesto e gorgonzola


Ingredienti

per la frolla salata:
300 gr. di farina 
200 gr. di burro salato (io lo trovo alla lidl)
2 tuorlo uovo
60 - 80 gr. di acqua fredda (circa un bicchiere)

per la crema pesto e gorgonzola

1 confezione di gorgonzola dolce morbido (io compro quel al mascarpone)
3 cucchiai di pesto già pronto (io uso quello senza aglio)
1 uovo
 latte (solo se la crema è eccessivamente soda, metterne qualche cucchiaio)


Preparazione:
Sul tavolo o spianatoia mettere la farina a fontanella con un buchetto al centro. Prendere il burro a temperatura ambiente, tagliarlo a pezzetti. Impastare il burro e la farina "NON" troppo energicamente.
Quando si formeranno delle "briciolone" aggiungere i tuorli precedentemente sbattuti.
Impastare ed aggiungere poco alla volta l'acqua. Metterne 60 gr ma, se vedete che l'impasto ne vuole ancora allora aggiungetene altri 20 gr.
Impastare adesso velocemente per ottenere una impasto omogeneo. Creare una palla, avvolgerla nella pellicola.
Metterla in frigo a riposare per 30 minuti.

Preparare nel frattempo la crema da mettere nelle barchette.
Nel mixer montare il gorgonzola con l'uovo. Aggiungere il pesto. Mescolare per benino.
Coprire la crema con pellicola in frigo.

Imburrare le formine delle barchette e spolverare di farina (se avete gli stampini in alumionio)
Se invece avete gli stampini in silicone non c'è bisogno.
Mettere la frolla gli stampini  (teglia silkomart e per ritagliarli ho usato una rondella a zig-zag),
forare l'impasto con la forchetta.
Cuocere a 190° per 5-8 minuti.

Aggiungere la crema e infornare nuovamente per 10 minuti sempre a 190°.
Servire a temperatura ambiente.


Buon WEEK-END a todosssssss







27 settembre 2012

Panificare pensando all'oltreoceano...


A volte penso che, mi sarebbe piaciuto andare a vivere in USA.
Io adoro l'America in ogni sua sfumatura .
Per mia fortuna sono stata già due volte e devo dire che, non mi ha deluso 
per niente.
Anzi il desiderio si è fatto più forte!
Non mi rimane che...sognare, cucinando sulle note USA.
I hope to coming back soon!!!!
Per rimanere in tema...mi sono cimentata nelle "pagnotte" americane.

BAGEL


Ingredienti
per 10 Bagel

1 kg di farina manitoba (una bagel è più scura perchè ho utilizzato 50% farina integrale)
2 bustine di lievito disidratato (oppure un cubetto di lievito fresco)
3 cucchiai di zucchero semolato
2 cucchiaini di miele (oppure di malto) 
Importante se usate lo zucchero aggiungere 2 cucchiaini di miele o di malto
2 cucchiaini di sale
600 g di acqua tiepida (non calda)

Per la ebollizione in acqua:
Acqua (deve riempire un tegame) 
2 cucchiai di zucchero di canna  (oppure malto in sciroppo)

Per eventuale decorazione a piacimento: (io ho preferito senza)
Semini vari (sesamo, girasole, lino, papavero)
Una volta ho provato a mettere le gocce di cioccolata e granella di zucchero (gnammeeee)



Sciogliere il lievito e lo zucchero in acqua tiepida in una ciotola.
Lasciare glutinare per 10 min. coprendo la ciotola.
Aggiungere al lievito sciolto la farina precedentemente setacciata, il miele ed infine il sale.
Impastare fino ad ottenere un impasto elastico (non appiccicoso)
Trasferire l'impasto in una ciotola oleata (GOOD idea: bagnare un tovagliolo di carta con olio ed ungere la ciotola).
Coprire con una tovaglietta di cotone umidiccia e mettere la ciotola al chiuso.
Io metto sempre nel forno spento in modo tale che il clima all'interno non è alterato
da fattori esterni. Lievitazione 1 ora.
Dividere in dei panetti da 100-120 gr l'uno, fare delle palline.
Con l'indice faccio un buco al centro e comincio a farle roteare sul piano di lavoro.
Si formeranno delle ciambelle.
Devono risultare delle ciambelle cicciottose e non piatte.
Mettere in una ciotola divise l'una dall'altra con carta da forno infarinata, chiudere con la pellicola e fare riposare in frigo almeno per 4-5 ore. Io solitamente li faccio la sera prima e stanno tutta la notte a riposare.
Una volta che hanno riposato portare ad ebollizione l'acqua con lo zucchero (o il malto) immergere i bagels uno alla volta e farli cuocere per 1 minuto. Scolarli e metterli in una ciotola di acqua con ghiaccio (cubetti).
Lasciarli per 3 minuti. Scolarli e metterli in una teglia con carta da forno.
Non tanto vicini. Mettere su i bagel i semi a piacimento.
Infornare a 250° cuocere a 5 minuti e girarli continuando la cottura per 20 min.
(devono dorarsi).
Sfornare e lasciare raffreddare.

Come mangiarli?
Tagliare a metà e sbizzarritevi con il condimento dolce o salato che sia!







25 settembre 2012

Voglia di...fritto!!!


Ahhhhh questo tempo pazzo... 

Dicevo...questo tempo pazzerello ci fa stare "sospesi" 
A lavoro penso: questa sera strimpello un pò in cucina!
Poi arrivo la sera a casa e tra una cosa ed un'altra faccio quello che mi capita.
Veloce veloce!!! Ma, ci sono certi giorni con tempo uggioso ed
io rimango a casina a rispolverare vecchie ricette e sperimentarne di nuove.
Oggi vi parlerò di un antipasto rustico palermitano molto comune:
crocchè, panelle e verdure in pastella
Solitamente servo il tutto accompagnato da patatine,
anche quelle rigorosamente fritte.
Per renderle più sfiziose alla vista sono tagliate a zig-zag.
Ma andiamo alle ricettine....


Per le Crocchette di patate (cazzilli)
1 kg. patate "vecchie"
2 uova
prezzemolo tritato
pangrattato e farina di mais (farina per polenta)
sale e pepe

Lessare le patate ed una volta cotte vanno messe in frigo almeno 3-4 ore in frigo. Sbucciarle e passarle con lo schiacciapatate. Al purè aggiungere prezzemolo, sale e pepe a piacimento, io metto poco sale, preferisco aggiungerlo dopo, a fine frittura. Fino a poco tempo fa, facevo le crocchette dandogli la forma a mano ma, guardando un pò su internet ho trovato geniale l'idea di usare la Saccapoche senza becco. 
Vengono perfette! Metto l'impasto dentro la sacca e pressando viene fuori come un salsicciotto, taglio con il coltello la lunghezza di "un mignolo" . Le metto in un recipiente di plastica e le lascio nel freezer per un'oretta (in questo modo mantengono la forma). Passarle nell'albume e poi nel pangrattato mescolato precedentemente con un pò di farina di mais (gli da croccantezza). Friggerli in olio caldissimo e lasciarli scolare in carta assorbente.
Le crocchette si possono preparare anche in anticipo, conservarle in rigo o freezer. Naturalmente per evitare che si attaccano l'una con l'altra dividerle con della carta da forno.

Per le Panelle
250g di farina di ceci
1l acqua;
prezzemolo tritato
un pizzico di sale
un pizzico di pepe



Setacciate la farina di ceci in una ciotola, aggiungete piano piano l'acqua a temperatura ambiente.
Amalgamare bene con la frusta. Versare il composto in una pentola antiaderente, io utilizzo con il fondo spesso così non si attacca l'impasto. Aggiungete il sale e cuocere a fuoco medio. Girare continuamente l'impasto altrimenti si formeranno grumi e si attaccherà. Non appena comincerà ad addensarsi mettere la fiamma bassa e cuocere per 10 minuti circa (anche qualche minuto in più). Il composto diventerà una crema un pò soda (non dura!!!) A fine cottura aggiungere il pepe ed il prezzemolo. 
Una volta che l'impasto è pronto, ungere una teglia alta rettangolare o pirofila rettangolare, ungere con olio di oliva e versare l'impasto. Appiattitelo un poco aiutandovi con una spatola leggermente oleata. Coprire con la pellicola e lasciare raffreddare per almeno due ore. Tagliare a fettine rettangolari (larghezza simile a metà fetta di pane per toast, altezza 2 cm)
Friggere ad immersione in olio caldissimo.
Anche le panelle si possono preparare anche in anticipo, conservarle in rigo o freezer. Naturalmente per evitare che si attaccano l'una con l'altra dividerle con della carta da forno.

Consiglio per patate dorate "morbidissimamente croccanti"
Patate gialle, pelarle e tagliarle. Metterle in ammollo per 30 minuti in acqua (non calda).
Questo permetterà di buttar fuori l'amido dalle patate.
Scolare e tamponarle.
Olio caldo e friggereee!!!!


Per la pastella (vastedda) di cardi, carciofi e broccoli.
500 gr farina 00
15 gr lievito di birra 
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino di sale
300 ml di acqua tiepida (non calda altrimenti si brucia il lievito)
Cardi, carciofi e broccoli

Sciogliere il lievito e lo zucchero in poca acqua tiepida. unire piano piano la farina setacciata ed la restante acqua.
Mescolare energicamente  fino ad ottenere un impasto cremoso e senza grumi.
Lasciare a lievitare per almeno un'ora e 1/2 in luogo tiepido e coperto. Deve raddoppiare il volume.
Tagliare i carciofi a spicchi, i broccoli a pezzi ed i cardi a metà. Il tutto precedentemente lessati leggermente.
Immergere le verdure e friggere ad immersione in olio caldissimo.


...da quando friggo in terrazzo poi il fritto è ancora più buono perchè...
..in casa non c'è l'ombra del puzzo di fritto!!!!!


04 settembre 2012

Per ricominciare...Torta Fiorentina


...adesso non siamo precipitosi nel tirare a conclusione che tifo Viola, il mio cuore vola RosaNero
Forza Palermoooooooooooo
Ogni volta che mi decido di fare una torta per qualcuno penso a qualcosa che possa contraddistinguerlo.
Nel caso di F.F. non potevo non fare una torta con tema calcio soprattutto,
evidenziare la sua grande passione.....FIORENTINA!
Per la prima volta mi sono trovata a fare il pallone.
Devo dire che la riuscita è stata buona anche se la decorazione è ancora da perfezionare.
Se devo essere sincera, sono impazzita dietro alle misure da applicare al pallone ma, 
ci sono riuscita!!!!!!!!!!
Ho provato anche a dare un effetto lucido ma, mi sa che ho esagerato!!!
Vi lascio le foto di ciò che ho realizzato.

Per la torta ho fatto un impasto di "Torta margherita a POIS"
Per la ricetta 
160 g farina + 120 g fecola di patate
160 g zucchero
4 uova
70 g burro 
1/2 bicchiere latte
1 bustina vanillina
1 bustina lievito
1 pizzico di sale
1 pacchetto di gocce di cioccolato

Mettere la scatola delle gocce di cioccolata in frigo 2 ore prima dell'impasto della torta.
Montare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere il burro leggermente sciolta.
Impastare aggiungendo la farina e la fecola precedentemente setacciata insieme al latte.
Aggiungere  il lievito ed la vanillina. Amalgamare il tutto.
Montare gli albumi con un pizzico di sale a neve fermissima.
Unire all'impasto facendo attenzione a mescolare dal basso verso l'alto piano.
Altrimenti si smonta tutto!!!!!!!
Prendere le gocce di cioccolata ed infarinarle, ciò permetterà alle gocce a non affondare nell'impasto mentre cuoce.
Mettere l'impasto nello stampo precedentemente imburrato e infarinato. 
Cuocere a 180° per 50 minuti.
Fare raffreddare!


Per il pallone ho fatto un mio "esperimento" devo dire con ottimi risultati, utilizzando una crema innovativa trovata  quì dandogli la mia piccola modifica con i wafer:
ZUCCOTTO CROCCANTE
Per la ricetta
Savoiardi (per la quantità fate ad occhio, deve foderare lo stampo e coprire la base)
latte, zucchero e orzo bimbo
1 pacco di wafer alla vaniglia
500g di mascarpone
170 g (un tubetto) latte condensato 
250g di panna fresca

Tenere  il mascarpone, latte condensato, panna e latte nel frigo almeno due ore prima di fare la torta.
Prendere una ciotola tonda e mettere la pellicola (vi aiuterà nel staccare la torta dallo stampo)
Prendere i savoiardi e "inzupparli" nel latte preparato prima (300 ml latte, un cucchiaio di orzo, 1cucchiaio zucchero).
Montare il mascarpone, aggiungere il latte condensato, montare.
A parte montare la panna ed aggiungere alla crema di mascarpone. 
Amalgamare piano dal basso verso l'alto. Sbriciolare i wafer, non troppo altrimenti
non si sente la croKKantezza!
Aggiungere alla crema ed amalgamare bene il tutto.
Riempire lo stampo dopo aver foderato di savoiardi.
chiudere con uno strato di savoiardi.
Lasciare in frigo almeno un ora. Deve compattarsi!

Per la copertura il MMF ricetta oramai provata e riprovata
Grazie sempre a dolceV
Per ricetta e procedimento

Spero vi sia piaciuta questa ricetta super tifosa!!!!
Non mi rimane che dire....






14 marzo 2012


Bentornato sole!
Finalmente ricominci con i tuoi dolcissimi raggi a riscaldare la ns pelle.
I colori riprendono vita ed il sorriso della gente ricomincia a luccicare.
Ti aspettavamo e non appena ti sei mostrato ti abbiamo accolto
abbracciandoti.
Sperando di ricevere anche un pò di pioggia altrimenti la ns natura perde il colore e
la lucentezza che la distingue.
Ma, tralasciando un pò quest'aria poetica parliamo adesso di delizie culinarie.
Semplici ma, con un gusto ricercato.


RUCOLA CROCCANTE CON SALMONE GLASSATO



Ingredienti:
Rucola (quanto ne volete)
100 gr mardorle spellate
150 gr di salmone affumicato
3 limoni
olio EVO (1/2 bicchiere per la glassatura, 2 cucchiai per tostare le mandorle)
1/2 cucchiaio di sale
1/2 cucchiaino di zucchero

















Lavare ed asciugare per benino la rucola, se rimane molto bagnata rischieremo di farla appassire.
Spremere in una ciotolina i limoni, filtrare il succo ed aggiungere l'olio, emulsionare il tutto creando una salsina cremosa. Mettere tutto in un pentolino ed aggiungere il sale e lo zucchero. Portare a bollore e spegnere. Lasciare raffreddare.
Prendere le mandorle e tagliarle a pezzetti vari, grossi e piccoli. Mettere sul fuoco la padella aggiungere l'olio e
far tostare la mandorla. Girare i pezzetti di mandorle spesso altrimenti si bruciano. Una volta tostate fatele raffreddare.
In una pirofila o teglia mettere la rucola (in tutta la pirofila).
Mettere il salmone sulla rucola e con un cucchiaio irrorare il tutto con la salsina.
Lasciarne un pò da parte per dare la scelta a chi mangia di abbondare di condimento o no.
Prendere le mandorle sbriciolate e spolverarle sul salmone.
Servire a temperatura ambiente.

E adesso.........
Gnammiiiiiiiiii!!!!!
Baciiii
StellaBianca

Relax e come to your fantasy...


MusicPlaylistView Profile
Create a playlist at MixPod.com